Caricamento

Marzo: la luna del seme e l'archetipo della Vergine

Immagine di Sara Filippi Plotegher

La luna di marzo è dedicata ai semi, che nella terra stanno premendo per uscire alla luce. E ai primi germogli, che già fanno capolino. Naturalmente germogliare significa anche uscire allo scoperto, esporsi, essere viste. Arrivano critiche, puoi fare errori, ti assumi la responsabilità di nutrire e proteggere le tue fragili piantine. Insomma: i sogni finché stanno nel cassetto sono al sicuro, ma questa luna ti parla di quanto sia magico il momento in cui ti assumi il rischio di farli volare fuori.

L’archetipo legato alla luna di Marzo è quello della Vergine. Verginità è stato un termine iper abusato dalla cultura patriarcale, ma qui non ha molto a che fare con l’integrità del tuo imene. Parla di un’integrità profonda, di quando sei unita a te stessa, a quel nucleo puro e brillante che è disposto a combattere pur di far emergere la tua vera te. Hai presente le adolescenti? fragili e ribelli, testarde nell’ottenere quello che vogliono e insieme bisognose di protezione…
Forse questa protezione nella tua adolescenza non c’è stata. Questo nucleo allora potrebbe essere dolente, ferito, impaurito e nascosto profondamente da qualche parte. Ma c’è e può sempre tornare a splendere.

A partire dal dare voce alla ragazzina di allora: potresti farlo guardando una tua foto di quel periodo… se ti potesse parlare: cosa ti direbbe?

E tra le altre cose, te lo ricordi il tuo menarca, la prima volta che le mestruazioni sono arrivate, il segno rosso che ha messo fine all’infanzia e aperto la tua fase adulta? Questo vissuto ha certamente condizionato molto il tuo essere donna: vale la pena recuperarne le sensazioni, i suoni, le immagini, guardarle con i tuoi occhi di oggi, sentire come risuonano in te. Anche il fatto di non averne nessun ricordo è significativo…

il menarca è un’iniziazione, che colora tutte quelle successive.

Ci possono essere emozioni difficili legate a questo periodo della nostra vita: la tua fanciulla interiore forse ha bisogno di piangere per poter tornare ad essere effervescente. Allora tornerà da te, riprendendosi ciò che le appartiene, rendendoti nuovamente presente alla tua “Chiamata”.

La luna del seme e il suo archetipo, la Vergine, chiedono che tu ti apra al piacere di dire il tuo “sì” a te stessa.

Il “viaggio” delle tredici lune svela altrettanti archetipi femminili. Sono aspetti di te, che chiedono di trovare spazio e voce. Sono stati proposti in una “ruota di medicina” da Elizabeth Davis e Carol Leonard nel libro “The circle of life” (ed Celestial Arts). L’artista Sara Filippi Plotegher ha collaborato con me per dare forma visiva a questo viaggio.
La proposta “ti parla” e vuoi approfondirla con me?
Clicca qui!
TOP