Caricamento

Novembre, la luna della nebbia e l'archetipo della Strega

Ti sarà certamente capitato di attraversare un momento davvero buio. Forse più raramente l’ansia e la paura che avrebbero dovuto occupare tutto il campo, in uno di questi momenti, hanno fatto spazio all’amore e alla fiducia.
L’archetipo della Strega ci aspetta proprio lì.

NEL CERCHIO DELLA VITA

La strega è la “donna pazza” legata cronologicamente alla soglia della menopausa.
Mentre la Sacerdotessa cede al Mistero, la Strega assume il potere come donna di medicina o sciamana.

“La strada, più che in qualche esercizio intellettuale, è la fusione permessa dall’amore, un amore così grande, saggio, e universale che è virtualmente inarrestabile. Non è l’amore personale, coniugale dei primi anni, ma l’amore che unisce lo spirito e la realtà della vita terrena: un amore oltre la speranza e l’illusione. La strega impara che l’alchimia dello “hierosgamos” è in definitiva l’alchimia di vita, morte, eternità” **.

Come l’alchimista distilla l’oro dalla materia comune, la Strega ha raggiunto la capacità di vedere al di là del dolore, di unire gli opposti dentro di sé: alto e basso, ombra e luce, maschile e femminile, allegria e profondità. Sa scegliere, con grande potenza e saggezza. La sua capacità intuitiva mette insieme i segnali che capta, al punto da farle prevedere ciò che accadrà.
Non è un risultato cui si accede comunemente nella vita, infatti non è facile trovare molte Streghe oggi. E tanto più nella nostra cultura, dove quest’età per la donna appare solitamente come una perdita: di energia, di prestigio, di protagonismo, di importanza, di ruoli, di relazioni, ragion per cui facciamo di tutto per fermarci in un’eterna giovinezza e continuiamo a rimandare scelte che andrebbero fatte nel loro tempo.
E così permettiamo che i nostri poteri più misteriosi e magici restino sommersi.

NELLA RUOTA DELL’ANNO

I giorni sacri associati alla Strega sono quelli attorno a Samhain, dal 31 ottobre al 2 Novembre, quando il velo tra i mondi si dice sia più sottile.

“La Strega esplora il sacro cancello tra questa dimensione e le altre, danza fuori dal tempo e diventa seme nella sua stessa rinascita”**

L’oscurità sta crescendo nel mondo: se l’anno fosse un giorno sarebbe sera, se fosse un giro di luna, l’ultimissimo spicchio di luce. Per vedere servono altri occhi.

NEL CICLO MESTRUALE

Nel ciclo mestruale l’Archetipo della Strega corrisponde a quello che Alexandra Pope chiama il “Void”, la “soglia del tempio”, il momento di passaggio tra la fase premestruale e l’arrivo del sangue, quando, dal punto di vista ormonale, siamo totalmente nude.
Se ci permettiamo di lasciarci andare pienamente in questo spazio di grande vulnerabilità, vediamo con gli occhi della Strega, siamo in ascolto profondo, in sintonia col Mistero.

Il messaggio di questa luna è: “Quando incontri le tue paure più profonde, resta nella fiducia e continua a camminare. Anche se è spaventosamente faticoso, non chiuderti fuori da te stessa. Così i tuoi passi saranno comunque chiari”.

E tu, in che modo esprimi la tua Strega interiore?
Quali opposti sei riuscita a far convivere nella tua vita in modo armoniosamente “magico”, contro ogni logica apparente?

IL “VIAGGIO” DELLE TREDICI LUNE SVELA ALTRETTANTI ARCHETIPI FEMMINILI.
SONO ASPETTI DI TE, CHE CHIEDONO DI TROVARE SPAZIO E VOCE. SONO STATI PROPOSTI IN UNA “RUOTA DI MEDICINA” DA ELIZABETH DAVIS E CAROL LEONARD NEL LIBRO:
**“THE CIRCLE OF LIFE” (ED CELESTIAL ARTS).
L’ARTISTA SARA FILIPPI PLOTEGHER HA COLLABORATO CON ME PER DARE FORMA VISIVA A QUESTO VIAGGIO.
LA PROPOSTA “TI PARLA” E VUOI APPROFONDIRLA CON UN LAVORO PERSONALE?
CLICCA QUI!
TOP